Fondo Iconografico della Magnifica CominutÓ di Cadore

Da alcuni mesi sono in corso le operazioni per la tutela e la valorizzazione del fondo iconografico, conservato negli archivi dell'Ente.

Di questo bene culturale, che di fatto è un archivio aggregato, ma al presente disperso in molti rivoli, mal conservato, decontestualizzato - oggetto in passato di utilizzazioni che lo hanno impoverito - soltanto il fondo denominato "Archivio Arnaldo Marchetti" è stato recentemente sottoposto a restauro e a definitiva catalogazione, da parte dei laboratori Alinari di Firenze.

Escluso quindi questo importante spezzone - che è stato collocato per il momento in ambiente idoneo alla conservazione - per tutto il rimanente materiale ci si è prefissi l'obiettivo di riconoscere, radunare, verificare e procedere a una prima catalogazione sommaria delle fonti, che sono costituite da un notevole numero di album raccoglitori, da molte riproduzioni sciolte, da lastre negative, da pellicole e da supporti audiovisivi.

Si tratta di materiali eterogenei, riguardanti riprese di edifici, di opere d'arte, di avvenimenti, di personaggi; attestazioni della società cadorina di un arco cronologico che va dalla fine del XIX secolo alla seconda metà del successivo.

* i testi sono a cura di Annalisa Santato e Antonio Genova